pdf
Sanpietrini e tetti - Librerie.coop

Sanpietrini e tetti

di
Protezione:   

Adobe DRM

€ 11,99
Dettagli
FORMATO pdf
EDITORE Gangemi Editore
EAN 9788849275117
ANNO PUBBLICAZIONE 2012
CATEGORIA Arte
LINGUA ita
Dispositivi supportati
Computer
E-Readers
iPhone/iPad
Androids
Kindle
Kobo

Descrizione

Roma rappresenta, nel racconto delle arti visive del Novecento, lo spaccato ideale per un'iconografia che inverte il ritorno all'ordine verso una dirompente necessità d'espressione individuale. Non è un caso che anche la pittura di Solveig Cogliani prenda forma in questo terreno. Per lei che è romana di origini siciliane valgono le stesse regole che hanno condizionato diversi suoi predecessori, pittori legati al colore, alle immagini e alla città. Renato Guttuso, Mario Schifano, Enzo Cucchi, per citarne alcuni, ma prima ancora la Scuola romana, o meglio, la Scuola di via Cavour, nata nella Capitale a cavallo tra le due guerre (tra il 1928 e il 1945), fra i primi esempi di un impulso espressionista, di matrice europea, che usa la pittura come strumento per immortalare l'imponente classicità del paesaggio urbano - vedute e scorci investiti di una storia fin troppo presente - e descriverne l'attualità d'oggi. Il cambiamento architettonico e sociale cui il paesaggio è sottoposto, nel continuo mutare di generazione in generazione, è interpretato nella sua dimensione atemporale dagli occhi della pittura. Le vedute di Solveig respirano quest'aria. Il genius loci si impone sull'internazionalismo culturale, ieri come oggi. Tra i suoi riferimenti ci sono i maestri di via Cavour: Mario Mafai, Luigi Montanarini e Scipione. Artisti che, come Solveig, hanno subíto il fascino di vagabondare tra i rioni, di attraversare i Fori per poi fare una sosta al Colosseo, dirigere lo sguardo sui balconi, percorrere il profilo delle cupole e poi inseguire i tramonti sui sanpietrini e lungo il Tevere che sfiora gli argini. Sfumature di rossi accesi, indaco, blu intenso. Gialli, arancioni, terre bruciate, spaccati di luce bianca e corte ombre tratteggiate in nero.
Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.