pdf
La Storia dei Fieschi - Librerie.coop

La Storia dei Fieschi

Protezione:   

Nessuna protezione

€ 4,49
Dettagli
FORMATO pdf
EDITORE Rupe Mutevole
EAN 9788865916131
ANNO PUBBLICAZIONE 2019
CATEGORIA Storia
LINGUA ita
Dispositivi supportati
Computer
E-Readers
iPhone/iPad
Androids
Kindle
Kobo

Descrizione

Inevitabile, prima di addentrarci nella storia di questa famiglia, fare un breve excursus sulle vicende di governo cui andò soggetta la Liguria orientale dal dodicesimo al quattordicesimo secolo. Esisteva la Curia di Lavagna, che nel secolo XII apparteneva all'arcivescovo di Genova e si estendeva fino a Sestri Levante addentrandosi nelle tre valli: Graveglia, Sturla, Fontanabuona. Durò, il regime feudale, circa un secolo, dal 1095 al 1190, cui seguirono – con i Comuni – i Consoli. Ai Consoli succedono, nel 1190, i Podestà, e durano fino al 1270. Ai Podestà succedono, nel 1270, i Capitani i quali durano, fino al sorgere dei Dogi: al 1339. Il feudalesimo di Lavagna si chiama Fieschi. Si ritiene che il capostipite dei conti di Lavagna sia Oberto, padre di Tedisio (che chiameremo I). È valida l'ipotesi che vivessero due Tedisi e un unico Ansaldo. A questa ipotesi conduce la battaglia di Mezzanego, della quale è precisata la data: il 1015. Tedisio, di cui si apprende quasi di sfuggita la paternità (Oberto), fu il centro del sistema ereditario da cui derivano poi tutti gli altri che costituiranno la base di una diversificazione territoriale e familiare. Il documento del 994 testimonia l'esistenza di un Theodosius filius quondam Oberti. Su domanda di Madelberto, abate del monastero di San Fruttuoso di Capodimonte, presso Rapallo, e di Stabile, suo giudice, il marchese Oberto cammina la pena di duo milia moncos auri a chi taglierà la selva detta Dema. Questa sentenza viene solennemente proclamata da Oberto, assistito da Tedisio (il documento fu rinvenuto da Federico Federici il quale afferma: "la qual cosa ho io letto in detta antichissima cartina di quell'abbadia"). Il Federici dà, comunque, solo un sunto, del documento, e in esso accomuna Tedisio e personaggi ivi citati definendoli Comites in Lavania.
Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.