Spese di spedizione gratuite per acquisti di almeno 25 €
pdf
Immaginando di averti conosciuto, Monsieur Lucien Charles Moulin - Librerie.coop

Immaginando di averti conosciuto, Monsieur Lucien Charles Moulin

Protezione:   

Nessuna protezione

€ 6,99
Dettagli
FORMATO pdf
EDITORE Youcanprint
EAN 9791220320702
ANNO PUBBLICAZIONE 2021
CATEGORIA Letteratura
LINGUA ita
Dispositivi supportati
Computer
E-Readers
iPhone/iPad
Androids
Kindle
Kobo

Descrizione

Il libro, suddiviso in 12 capitoli, un prologo e una postfazione,
includente anche una bibliografia consigliata, parla di un'amicizia mai
avvenuta tra l'autore del libro, Ermanno Di Sandro, architetto deluso e
scrittore in cerca di gloria, oggi apprezzato critico d'arte, ed un
grande quanto dimenticato artista del passato, Charles Lucien Moulin,
amico di Matisse, vissuto a cavallo dei secoli XIX e XX, protagonista
sia pure in minima parte della Belle Epoque parigina, poi di una vita da
anacoreta ed eremita, una sorta di pittore-asceta.
Era costui un
grande personaggio, piccolo di statura, candido di chioma, originale nei
pensieri e soprattutto in arte. Nato a Lilla a metà dell'800, vincitore
di premi nelle esposizioni parigine di fine secolo, pensionato
dell'Accademia di Francia a Roma, si era trasferito a Castelnuovo al
Volturno, minuscolo borgo alle pendici delle Mainarde, in Molise, dove
fu ospitato da “mecenati” del luogo, fino alla morte di questi. Le opere
del “pittore anacoreta” rimanevano spesso incompiute, perché egli –
incominciato un quadro nell'ora del tramonto, lo sospendeva appena quei
colori si erano attenuati per l'avvicinarsi della sera; lo riprendeva – a
distanza di giorni, di mesi, forse d'anni – quando gli pareva che gli
stessi colori dell'inizio si fossero ripresentati nella natura.
La
struttura (complessa) del libro è stata dunque pensata come quella di
una sorta di romanzo-verità con licenze letterarie e poetiche, in cui la
componente fantasiosa sia preponderante, libro in parte autobiografico
dell'autore onnisciente, ed in gran parte biografico di Charles Moulin
per i documenti che egli è riuscito a reperire, ed in cui si parla a
volte in prima a volte in terza persona, con improvvisi ed impetuosi
flashback. Fa dunque scorrere abilmente il tempo in avanti e
all'indietro in questo modo disinvolto mentre scrive il romanzo, senza
eccessivi vincoli, con flessibilità. Nel cinema si adotta la tecnica
“analoga” del time lapse per far scorrere velocemente immagini di un
video o filmato, abbreviando di moltissimo i tempi... E' una storia che
il Di Sandro ha volutamente trasformato in romanzo, dove realtà,
fantasia e ricordi reali si fondono tra di loro con l'intento di
generare un linguaggio a colori, ricco di speranza e di passione.
L'Autore
cerca infine – compito assai impegnativo – di tracciare il suo
carattere, il suo estro artistico, la psicologia del personaggio, di
comprendere e ricostruire in linea di massima i suoi spostamenti
periodici e quotidiani, ma anche di Inserire quei dialoghi impossibili
tra loro due, come se egli abbia vissuto costantemente nel suo tempo,
stando accanto a lui, quasi a contatto, godendo delle sue esperienze,
immaginando anche i giudizi severi del Moulin sui suoi contemporanei ed
autori, e sui grandi artisti del passato.
Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.