Perché a me? Il valore terapeutico della malattia. Un approccio cristiano alla Antropologia del dolore - Librerie.coop

Perché a me? Il valore terapeutico della malattia. Un approccio cristiano alla Antropologia del dolore

€ 15,00
Dettagli
FORMATO Brossura
EDITORE NeP edizioni
EAN 9788855000352
ANNO PUBBLICAZIONE 2019
CATEGORIA Filosofia
Religioni
Antropologia
LINGUA ita

Descrizione

Un punto di vista antropologico potrebbe recitare così: non importa cosa si soffre e come si sopporta, quanto piuttosto chi è colui che soffre. La persona, dunque, risalta in primo piano: va sempre difesa e rispettata la sua dignità soggettiva, soprattutto quando è debole. È questo un monito rivolto in primo luogo al mondo della Medicina: per la sua integralità l'uomo non può essere sostituito dalla malattia, né può essere ridotto a malato. Egli resta persona e non può identificarsi - o essere identificato - con la sua malattia. Di qui un grave compito per l'individuo e per la società: la salute, intesa come compito personale da assumere, implica un atteggiamento di responsabilità consapevole di fronte al dolore, alla malattia, alla morte; la salute, come virtù sociale, va oggi perseguita in contrasto alla pretesa dell'era tecnologica di produrre industrialmente una salute migliore, presentando la salute stessa come un prodotto di consumo. Nel tempo della malattia ogni persona, come anche il corpo sociale, deve conservare - se non espandere - la coscienza unitaria di sé, fino a comprendere che la scoperta di sé consiste nel trovare l'uomo sano in noi...
Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.