Spese di spedizione gratuite da 25€ - Per i soci Coop o possessori di tessera fedeltà Librerie.coop gratuite a partire da 19€
epub
La guerra dei Trent'anni - Librerie.coop

La guerra dei Trent'anni

Protezione:   

Social DRM

€ 13,99
Dettagli
FORMATO epub
EDITORE Il Saggiatore
EAN 9788865766613
ANNO PUBBLICAZIONE 2018
CATEGORIA Storia
LINGUA ita
Dispositivi supportati
Computer
E-Readers
iPhone/iPad
Androids
Kindle
Kobo

Descrizione

Praga, 23 maggio 1618: nel vuoto sotto le finestre del castello di Hradcany non si è ancora spento l’ultimo grido dei governanti defenestrati dalla rabbiosa folla cittadina che già l’Europa affila le armi. Il continente è un calderone che ribolle di tensioni e desiderio di riscatto – cattolici contro protestanti, Borboni contro Asburgo, principi elettori contro autorità imperiale, vecchie e decadenti potenze contro bellicose dinastie in ascesa – e l’episodio boemo è tutto ciò che serve per far saltare il coperchio.La guerra dei Trent’anni è l’appassionante racconto dell’ultima, sanguinosa guerra di religione dell’Occidente, un conflitto che ha coinvolto ogni potenza del vecchio continente, dalla Spagna alla Svezia, dall’Inghilterra alla Francia. Di massacro in massacro e di devastazione in devastazione, Veronica Wedgwood ripercorre come in un romanzo le trame di quelle tre decadi di follia e violenza, liberando i fatti da pregiudizi e stereotipi e mostrando, con argomentazioni lucide e ben documentate, in quale modo il lacero scenario emerso dalla fine della guerra abbia determinato il futuro dell’Europa.Con La guerra dei Trent’anni il Saggiatore ripropone – arricchito della prefazione dello studioso dell’età moderna Anthony Grafton – un classico della storiografia novecentesca. In queste pagine Veronica Wedgwood affronta con rara abilità narrativa un momento di svolta nella storia europea: un periodo convulso, in cui la caccia alle streghe e la Controriforma coesistevano con le intuizioni di Keplero e i primi vagiti del pensiero scientifico, gli interessi economici e politici andavano a braccetto con le professioni di fede e l’apostasia, e l’inefficiente diffusione delle notizie tagliava fuori l’opinione pubblica dalle decisioni più importanti che la riguardavano. L’ultima occasione in cui abbiamo lasciato che fosse la mano di Dio a guidare la nostra barbarie; la prima in cui abbiamo capito che potevamo continuare anche da soli.
Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.